le pen

My Threads

  1. Giorgia, stattene all'opposizione! (di Franco Marino)

    Prima che qualcuno legga il titolo e si chieda, giustamente "Chi è costui per dare consigli ad un leader politico che oltretutto è il Presidente del Consiglio" è bene precisare che l'autore dell'articolo è pienamente cosciente sia della sua totale irrilevanza che del fatto che un conto è scrivere certe cose dal tavolino di un appartamento alla periferia orientale di Napoli, altro conto è viverle in prima persona.
    E tuttavia qualche volta è capitato che anche dal modesto desco da cui, con...
    Peraltro Giorgia sembra averti in cuffia perché pare stia conducendo una operazione sottile (la sopravvaluto?) di personale conduzione del paese slegata dai tanti che passano a questuare.
     
  2. Occhio alla Francia (di Franco Marino)

    In questi giorni, i media del cosiddetto mainstream stanno battendo molto il tasto della vittoria alle europee che legittima la Von Der Leyen, nella convinzione che questo dia alla presidente uscente (ma forse rientrante) della commissione Europea, un potere assoluto. In realtà, queste cose possono attecchire soltanto su chi non sa cosa sia l'Unione Europea, come funzioni, ma in generale cosa sia e come funzioni uno stato. Perché?

    Uno Stato esiste soltanto con una forza militare in grado...
    Considerazioni giuste ma che non verranno mai applicate nel concreto. Almeno oggi come oggi. Occorrerebbe prima creare una rete UE di tutte le Destre, rete senza i soliti protagonismi tipici di chi sta a capo delle stesse. Dare risposte CONCRETE ai bisogni dei cittadini arcistufi di questa UE. Vincere le elezioni nei singoli Paesi. E poi decidere tutti insieme di boicottare i diktat della Commissione UE e del resto della Troika. Tutto questo senza spargimento di sangue. In alternativa esisterebbero le rivolte popolari ma questo è un altro discorso, in Italia direi totalmente irrealizzabile vista l'acqua che scorre nelle vene degli italiani....
     
    Io non solo non sottovaluto il successo delle destre ma lo avevo previsto come tutte le persone con un minimo di buonsenso… domenica sera ho visto una scintilla che aspettavo da oltre 10 anni e non parlo dell’Italia ma della Francia
    Questo è un momento delicatissimo… adesso la storia può cambiare
    E come descrivi perfettamente tu dipende da come si comporteranno tutti i paesi
    Un po’ di timore c’è… lo confesso
     
    Ricordo che tempo fa si parlava parecchio di Eurogendfor, una sorta di Gestapo sovranazionale con poteri illimitati e superiori a qualsiasi forza militare dei paesi aderenti e proprio per questo, in Italia, si progettavano abomini del tipo eliminare l'arma dei carabinieri e ridurre la polizia di stato ad una sorta di "municipale" e se guardiamo bene qualcosa è stata anche fatta, particolarmente verso i CC, ultimamente abbastanza depotenziati e sviliti rispetto al passato. Di questa faccenda non ho più letto né sentito nulla, quindi ciò mi fa ben sperare che l'obiettivo non sia stato raggiunto, una UE con un esercito di sgherri presi ed addestrati chissà dove e chissà come, dotati di poteri illimitati, ci avrebbe sicuramente portato agli scenari da te citati. Detto questo, pur tiepidamente, perché non mi fido più di niente e di nessuno, spero che la Francia faccia ciò che deve fare e che altri stati si alleano per determinare l'implosione totale di questa unione inutile e dannosa. Sicuramente non sarà l'Italia servile e debole, ad essere protagonista, ma l'importante è che tutto avvenga.
     
  3. Perché la destra vince e la sinistra perde? (di Franco Marino)

    Dopo un'importante vittoria ad El Alamein che cambiò l'inerzia di una guerra che sembrava guardare le sorti del suo paese in cagnesco, Churchill se ne uscì con uno dei suoi aforismi più celebri. "Non è la fine, non è neanche l'inizio della fine ma forse è la fine dell'inizio". E la sensazione è che le elezioni europee appena concluse costituiscano la fine dell'inizio e che qualche conseguenza la genereranno.
    Ma prima si parta da alcuni punti di base: perché l'ultradestra ha avuto questo...
    Ho sempre votato a cdx, nel 2013 lo detti al m5s ( visto la pagliacciata Grillo/Bersani, pensai mai più).
    Dal 2020 ho visto l'ennesimo tradimento del cdx, quindi cancellati anche loro.
    Vorrei un movimento che chieda di uscire dall' Europa e che chieda di contare come Nazione, anche se ormai è già stata spogliata di tutto, grazie anche alla compiacenza del cdx
     
    "Il quotidiano tedesco das Bild riporta oggi che Ursula #VonderLeyen era informata da Macron sul suo progetto di #elezioni anticipate e che le ha spiegato la sua strategia (una trappola, creare il caos, come spiego nei miei video da domenica sera): #VonderLeyen lo ha raccontato in una riunione interna della CDU! ⤵️ “Il calcolo di Macron è semplice. Cogliete tutti di sorpresa annunciando elezioni e una campagna molto breve. Il contesto non sarà lo stesso delle elezioni europee. Secondo Macron, nella migliore delle ipotesi, lo stupore generale impedirà alla RN di vincere. E se, nel peggiore dei casi per Macron, il RN riuscisse a vincere le elezioni e ad avere la maggioranza: si tratterebbe allora di installare #Bardella a Matignon e di "grigliare il RN" costringendolo a governare senza poterlo fare, ottenere risultati coerenti con il suo programma, il tutto accompagnato dal caos sociale, affinché Marine Le Pen non abbia più alcuna possibilità di vincere nel 2027! (vedi: bild.de/politik/auslan… )"






     
    La domanda che mi sorge è questa: come mai la destra vince e la sinistra non perde mai? Tra ramificazioni stile massonico, finanziamenti più o meno occulti, stampa asservita, bella ciao, istituzioni di garanzia che garantiscono lo status quo, europeisti succubi di contenitori sovranazionali...se non si smantella questa gabbia istituzionale, avremo sempre la destrina che vince e i nemici del Paese a remare contro gli interessi della gente...
     
    A me interessa che possa crollare questa Europa per poter risorgere noi
    E’sempre tutto partito dalla Francia… non saranno gli italiani a salvare l’Italia
     
    Perdonate la mia ignoranza, ma in tutto questo marasma in cui il parlamento europeo non può decidere, ma decide, mi sfugge il perché ci siano state le elezioni europee vinte dalle destre, ma della megera ossigenata non si parla, quindi la mia domanda è: chi può efentualmente togliere dalle palle la von der strunz e metterci qualcuno diverso?
     
    Ci sono in questo momento accordi in corso
    Giorgia, Matteo, Marine… e mi auguro che Ursula possa andare a fare la nonna
     
  4. Le due facce del risultato delle europee (di Franco Marino)

    Una tornata elettorale può avere una valenza sociologica e una meramente politica. E le elezioni europee di ieri ci dicono che le destre avanzano vigorosamente. Sul piano sociologico, non c'è dubbio che questa crescita significhi che la gente si è rotta le scatole di questa Europa. Sul piano meramente politico, il discorso si fa più complesso. Perché?

    Le elezioni europee si basano su un sistema proporzionale dove l'esito di un'elezione dipende dalle possibili combinazioni e dalle visioni...
    Che la farsa continui è l'unica certezza che si ha. Purtroppo. În Italia astensionismo oltre il 50%...la gente non crede più alla politica e a questi politici. Mi chiedo solo come si possa far superare lo sbarramento ad avs permettendo l'elezione della Salís e come si faccia a far arrivare il PD al 25%...evidentemente gli italiani sono masochisti incorreggibili
     
    Last edited:
    Spero vivamente siano gli ultimi rantoli. Ciò’ può farlo pensare anche guardando a tutto il resto : la potenza USA fa sempre il vocione ma ad oggi non è quella di prima e dopo una possibile terza guerra mondiale si rinascerà dalle ceneri con magari equilibri diversi
     
    L'unico dato certo e inequivocabile è l'astensionismo. Questi invece di osannare le loro "vittorie" dovrebbero andare a scopare il mare. In Itaglia sono andati a votare per le europee il 48,21% e per il momento non è ancora nota la percentuale di schede bianche/nulle. Quindi già adesso ogni partitucolo ha si e no il 14% di consensi. Finalmente è l'inizio della fine.
     
    Quello che non riesco a digerire è la Salis al parlamento
     
    Tanto per mettere qualche "pulce" nell'orecchio (e per chi crede ancora nelle "votazioni") per quanto riguarda il partito di Ilaria Salis, Alleanza Verdi e Sinistra, è un micropartito e aveva poche speranze di entrare. Ma la "salvezza" sembra sia arrivata dai voti degli studenti fuori sede che avrebbero votato per il 40%. Sono i "prodigi" del voto da fuori.
     
  5. Servi nuovi

    In Germania scioperano, si ribellano perché non hanno i vantaggi economici di prima. Tutti ovviamente pensiamo, che bravi sti tedeschi di gemmania, sono un popolo che sa fare protesta, giustamente sono un po' più intraprendenti di noi. Però cercate di leggere tra le righe, perché codesti uomini nordici protestano, e il loro governo non li può favorire? Perché il loro governo non è più forte come prima, poiché non è più il numero uno per gli americani in Europa, adesso grazie ad un abile...
  6. Parenti serpenti

    Giorgia Meloni è tartassata da telefonate moleste di congiunti che invocano un posticino al sole. Riuscirà la nostra premier a mantenere la schiena diritta?

    Driiiiin!

    MELONI: Qui Palazzo Chigi, dica.

    CHIAMANTE 1: Ué, Giorgia, sono io, tuo cugino Irnerio Meloni di Selargius. Eh, quello che militava in Trincea Patriarcale.

    MELONI: E che voi?

    IRNERIO: Mi hai tolto il reddito di cittadinanza, porcaccia la miseria! Non avresti un cantuccio per me? In nome del legame di...
  7. L'Occidente può ancora salvarsi?

    L'ultimo mio post sulle elezioni americane mi ha sottoposto ad alcune inevitabili (e comunque benvenute) critiche. Una di queste è che i miei post troppo spesso trasudino una totale mancanza di speranza, fino al punto che un mio contatto mi ha scritto che il mio pessimismo sterilizza ogni azione. Tra i contatti, anche il mio ex direttore del giornale nel quale prima scrivevo, il quale mi ha sottoposto alcune obiezioni, che si riassumono nella benevola accusa di condurre i miei...
    Mi perdoneranno i tuoi lettori, ma sono completamente d'accordo con te. A malincuore come te, non vedo aspirine ( o zigulí🤔) che possano liberare l'Occidente da questa "malattia". Non esistono risvegli tardivi o consapevolezza salvifica. Dal canto mio, forse, sono ancora molto più incisiva, nel diagnosticare la totale morte di questa umanità, destinata a poco a poco alla sua estinzione. È solo una questione di tempo.
     
Top