Blog entries on La Grande Italia

Perdere nonostante avere contro, un avvocato assassino e una demente dal Rolex da botteghe osure.. Quando, qualche stolto, scrive "cresciuta a pane e Tolkien" dicendo l'ennesima cazzata, la signora è cresciuta a pane e senso di rivalsa verso il mondo, a pane e senso di odio verso il padre che l'ha abbandonata in tenera età, pur di arrivare a affermare che avrebbe comandato, e dimostrare a tutti che una figlia di borgata può diventare il numero uno in Italia, avrebbe venduto il suo passato...
Ci sono fatti dove è possibile farsi un'opinione chiara e altri dove scrivere qualcosa è completamente inutile. Sui fatti di Genova del 2001, per esempio, ogni opinione sarebbe inutile. Nessuno è all'altezza di dire cosa sia davvero avvenuto in quella famigerata Scuola Diaz: le forze dell'ordine ci hanno dato dentro troppo pesantemente? Hanno reagito a provocazioni precise? Chissà. La persona di buonsenso ha troppa sfiducia nei confronti della propaganda di ambedue le parti per poter dare...
La politica è una creatura strana, ha tante facce, diversi aspetti. Chi decide di mettersi in politica ha una sua motivazione, chi decide di fare politica ne ha un altra (secondo me decisione più nobile, ma è mia opinione non conta nulla). Per i non addetti sembra che non esista differenza fra le cose, vi faccio un esempio sciocco e da bimbi della materna: Berlusconi si mise in politica, Socrate la faceva (non accetto' mai incarichi politici) il pensiero di quest'ultimo ci fa discutere...
Mentre da ieri gli italiani sono concentrati sul nulla, ossia la separazione tra Fedez e la Ferragni - degno e scontato epilogo di una tragicommedia sin dal principio intinta nel calamaio del kitsch - nel mondo stanno accadendo alcune cose molto preoccupanti e, dal mio punto di vista, ben più importanti del divorzio tra questi due signori. Come prima cosa, le dichiarazioni della Von Der Layen, di cui tutti analizzano il testo, senza concentrarsi sul sotto testo che è la parte più importante...
In un gruppo di discussione che frequentavo molti ma molti anni fa - i social erano ancora di là da venire - c'era un personaggio davvero molto bizzarro, che si vantava da mane a sera di cose che non aveva mai fatto. La sua convinzione era che tanto nessuno sarebbe mai intervenuto a smentirlo. Quando un giorno si iscrisse un suo compagno di scuola, incominciò a dare in escandescenza in un misto di rabbia e paure: era palese che da quel momento in poi, essendo presente qualcuno che avrebbe...
Leggevo tempo fa della terribile storia di Alberta King, madre di Martin Luther, assassinata nella sua chiesa da un presunto squilibrato anni dopo la morte del figlio, e mi chiedo se le morti di tutti questi leader neri - incluso il molto più controverso Malcom X - non abbiano fatto parte di un "disegno" di lungo corso, mirato a consegnare il dissenso delle comunità afroamericane nelle mani di esaltati in realtà assai più facili da manovrare (vedi BLM e co.) e da guidare verso l'avversario...
Chi ha ucciso Navalny? Rispondere con sicumera ad una domanda di questo tipo renderebbe ridicolo chiunque ci provasse. Nessuno di noi comuni mortali dispone dei dati per dirimere un dilemma di questa portata. E, tuttavia, già se si riesce a togliere un po' di nuvole dal sole della verità, si fa cosa buona e giusta. La prima nube è l'approccio occidentale. Negli ultimi anni, per screditare ogni dissenso, si è fatto credere alla gente che una cosa può dirsi vera soltanto se ci appare davanti...
Una volta, avrò avuto tredici o quattordici anni, durante una conversazione tra amici, mio padre e mia madre mi cacciarono davanti a tutti, intimandomi di andarmene in camera da letto. Ero incredulo. Non capivo cosa potessi aver fatto. Non avevo offeso nessuno, ero assolutamente tranquillo. Sapete qual era la ragione? Mi ero semplicemente permesso di non dire, durante l'esposizione di una mia opinione, l'espressione "a mio modesto parere". I miei su queste cose erano estremamente formali...
Io non sono un esperto, anzi diciamo che non capisco una beata minchia, ma voglio esprime il mio parere, un parere nullo ma visto che tutti sparano minchiate, ci metto pure la mia. La caduta del muro di Berlino, cosa per la quale il mondo festeggio', fu l'inizio di un declino lento e studiato, che ci ha portato inesorabilmente alla situazione attuale, ovvero il caos tra le nazioni, dove l'egemonia è dei potenti (banche, petroli, litio, etc) non intesi come Stati, anche se viene mascherato...
Noto con piacere che la classe politica italiota scopre l'unanimità solo quando si tratta di abboccare all'amo delle psyops targate Anglosfera. Avrei una proposta da suggerire ai parlamentari che accorreranno numerosi alla fiaccolata bipartisan di lunedì per celebrare la scomparsa di Navalny: cari cacasotto, finitela di latricchiare come tanti Chihuahua e abbiate il coraggio di dichiarare guerra alla Russia, nero su bianco. Avete obliterato la bandiera della Federazione dalle competizioni...
Un po' di contatti hanno detto che uso, spesso, toni molto caustici nei confronti della stampa, sottintendendo che questo implichi che io mi senta superiore e che mi dia arie. Se questa critica arrivasse dal troll che ogni tanto sente l'esigenza di massaggiarmi i nervi, la potrei anche capire. Il punto è che me l'hanno fatto notare un paio di contatti storici, persone che mi seguono da un bel po' e che quindi sono più titolati per giudicarmi dall'esterno. Di fronte ad una considerazione...
Proprio un istante prima di pubblicare l'articolo di ieri, ho appreso della morte di Navalny, il popolare blogger russo "oppositore di Putin". Dovete sapere che gli articoli/post che voi leggete, di solito li scrivo la sera prima, di norma in pochi minuti, perché mi sincero di pubblicarli soltanto quando so cosa dire. Così quando ieri mattina dovevo pubblicare l'articolo che alla fine avete letto, mi sono ritrovato nella fastidiosa condizione - verificatasi un'infinità di volte - di dover...
(Inauguriamo oggi una nuova rubrica di citazioni tratte dai film del Principe della Risata) Pasquale Cicciacalda davanti ai suoi figli che hanno fame - Provvidenza, moglie mia diletta, perché mi hai lasciato solo in questa valle di lacrime? Quando c’eri tu col tuo nobile mestiere di cavatrice, aiutavi la barca. Adesso iodevo pensare al lavoro. Perché se non si lavora, ragazzi, non si mangia! Viceversa se si lavora… -…Non si mangia lo stesso. - Come ti permetti, figlio snaturato, di fare...
Su un post FB di una pagina amica, dove si ridicolizzava il look della modella/attrice Zendaya alla prima del nuovo Dune, mi permetto di aggiungere che l'ho sempre considerata la versione 2.0 di Mariangela Fantozzi, ennesima dimostrazione del processo di dissonanza cognitiva, in atto da decenni in Occidente, anche nel mondo della moda e del glamour. Apriti cielo, alcune signore si ribellano, fin quasi ad arrivare all'insulto. Poi guardo le loro foto-profilo e... capisco la ragione di tanta...
Il cosiddetto fact checking è un fenomeno che ha preso piede più o meno quattro anni fa ed è coinciso con la diffusione mondiale del famigerato Covid-19. Il termine anglofono in questione starebbe a significare un'analisi meticolosa delle notizie che circolano sul web per verificarne la presunta veridicità. E questa analisi si occupa del web poiché quest'ultimo può essere fruito da chiunque mentre i media mainstream sono appannaggio esclusivo dei sedicenti "Professionisti dell'informazione"...
Se a Carnevale mi travestissi da Berlusconi e iniziassi ad imitarlo con i suoi intercalari e col suo timbro di voce, non per questo nel mio conto in banca apparirebbero i miliardi di euro che quel geniale imprenditore aveva sul suo conto. E invece, un errore che vedo fare da molti è quello di pensare che un sistema che si definisce democratico, automaticamente lo sia. In realtà, se escludiamo la Corea del Nord - e non essendo un nordcoreanologo, non potrei confermarlo - nessun sistema di...
Uno deI primi ILLUMINATI, umani della preistoria divenuti immortali dal contatto col cristallo stellare Tu-Ai (fonte energetica e mistica della prima Atlantide e dei Giganti Adamiti) che ha abbandonato la nostra dimensione millenni fa e si rimanifesta fra gli uomini credendo di ottenere la medesima adorazione di un tempo (quando i mortali lo chiamavano ZEUS). DYAUS, per essere più facilmente accetto all'Immaginario dei vari Popoli della Terra che aveva deciso di governare, modificò il...
Il lettore più assiduo di questa pagina avrà notato che ho praticamente smesso di parlare del conflitto in Palestina e la ragione è semplicissima: ho amici tifosi di ambedue le fazioni, persone simpaticissime e gradevolissime che, tuttavia, di fronte all'argomento, perdono completamente il lume della ragione e, come il toro quando vede bandiera rossa, caricano l'interlocutore che a quel punto, compresa l'antifona, con una scusa li liquida. Naturalmente le parti in causa - israeliani, ebrei...
Molti credono che la censura sia efficace contro la diffusione del pensiero e, invece, è esattamente l'opposto: lo rafforza. Ma soprattutto, non c'è niente di più efficace per smontare la narrazione proposta da una persona che consentirle di esprimerla. In questo senso, farsi un giro nella bacheca di un sostenitore dei deliri degli ultimi anni - dal covid alla carne sintetica, passando per ecobufale e ucrainismi - è quanto mai salvifico perché permette di radicalizzare la propria distanza da...
Durante la sua visita in Italia, il Presidente argentino Javier Milei ha ipotizzato la costituzione di un conservatorismo internazionale contrapposto alle sinistre globali. Inoltre ha ribadito l'intenzione di proseguire la battaglia nei confronti del Leviatano statalista, vera e propria associazione a delinquere. Insomma, il buon Wolverine della pampa ha lanciato due polpette avvelenate che i media “conservatori” e “sovranisti” hanno prontamente raccolto e servito ai loro malcapitati – e in...

Media

Media

Top