LGI - Politica Nazionale

Tutte le discussioni sulla politica nazionale e dunque sulla cronaca politica

Blog LGI

  • Come fanno la guerra le potenze marittime
    L’eterna contrapposizione tra “tellurocrazia” (potenza terrestre) e “talassocrazia” (potenza marittima) rappresenta forse una chiave di lettura epica tesa a trasfigurare il conflitto tra gruppi...
    • Filippo Barbera
    • Aggiornata:
    • 2 minuti di lettura
  • La carne in provetta.
    L'avvocato esperto in legislazione alimentare de "Il Fatto Alimentare" in un recente articolo ha voluto rassicurare i consumatori italiani sul prodotto "carne sintetica": "Uagliù chest è robba...
    • Francesca Fioretto
    • Aggiornata:
    • 1 minuti di lettura
  • Sapore Vero.
    Per anni ai convegni, corsi ecm, giornate inaugurali di scuole di formazione specialistica in ambito veterinario ho assistito divertita durante i coffee break e pause pranzo agli assalti al...
    • Francesca Fioretto
    • Aggiornata:
    • 1 minuti di lettura
  • Il piano Quisling
    Il piano Mattei annunciato dal governo è un patetico tentativo di gettare fumo negli occhi. Enrico Mattei voleva portare l'Italia fuori dalla NATO, mettersi a capo dei paesi non allineati e fare...
    • Filippo Barbera
    • Aggiornata:
    • 2 minuti di lettura
  • La lingua di Dio: il simbolo come via di saggezza
    Guénon ha affermato che il disordine apparente concorre a un ordine maggiore. Leggo spesso delle belle analisi politiche, più o meno azzeccate, che scendono nei particolari di situazioni che...
    • Mina Vagante
    • Aggiornata:
    • 3 minuti di lettura
Tag
Nessuno
Da quando Chiara Ferragni è ascesa al proscenio delle prime pagine dei giornali si leggono moltissime analisi sul suo fenomeno mediatico, contrapponendo il modernismo spinto di chi ritiene quella degli influencer una realtà ineluttabile e il reazionarismo di chi pensa che si stava meglio quando si stava peggio e ci dovevamo sorbire le scemenze senza poter replicare. In realtà non vorrei parlare della Ferragni in sé, personaggio di cui non so niente - nulla di personale... View more
 
Di Più...
Ci tengono da molti anni notizie nascoste, ci camuffano la verità. I giornalai, da tempo al servizio del regime, ci raccontano le loro verità costruite, la realtà viene seppellita, per non creare disturbi, nella mente di chi ascolta, in primis per non farli ragionare, con la propria testa. Allora quando, invece vengono date notizie, su qualcosa, che secondo me, non avrebbe bisogno di clamore, credo che sia fatto di proposito per creare, un precedente.... da seguire. Ad esempio, quando... View more
 
Di Più...
Molti miei amici sono rimasti entusiasti, quando uscì il film la grande bellezza,dissero e continuano a dire che era una vera e propria opera d'arte che dipingeva il nostro paese perfettamente. Nessuno di loro ha mai capito, che parlava di loro,il gobbo andava e tornava e la sua gobba non guardava(detto siculo). Mi è capitato di assistere a cene, dove in verità mi sarei inventato uno zio morto (come per un interrogazione a scuola) per non andare o fuggire prima. Dove trovi personaggi a cui... View more
 
Di Più...
  • Mi piace
Reazioni: Hellrider
Ci sono teorie facili da capire. Il comunismo, per esempio, lo capisco: qual è il fondamento di quella dottrina? Che se aboliamo la proprietà privata e il plusvalore, il mondo sarà felice: sul piano teorico. Perché, nella pratica, questa dottrina ha portato alla miseria ovunque sia stata applicata, ma questo è un altro discorso. Il senso di questa premessa è che si sa esattamente cosa sia il comunismo, nel bene e nel male. Di esso si potrebbe dare una definizione non... View more
 
Di Più...
Nel 2020 Singapore ha firmato il primo DEPA della storia. La sigla sta per: Accordo di partenariato per l'economia digitale.
Il primo accordo dedicato esclusivamente al digitale. Un altro passo verso la smaterializzazione dei rapporti economici.
In concreto si tratta di alcune facilitazioni su pagamenti e fatturazione, di un generico incoraggiamento ad investire in informatica, digitalizzazione e intelligenza artificiale (anche se questo passaggio è poco chiaro).
I punti più interessanti... View more
 
Di Più...
Ho la fortuna di fare un lavoro, quello di informatico, che, per come lo svolgo, si adatta alla mia indole variopinta e contraddittoria di uomo pigro e indolente al punto di voler saldamente rimanere ancorato alle proprie radici come una cozza sullo scoglio e pur tuttavia provvisto di grande curiosità, al punto di voler immergersi nelle culture altrui.
Così, pur col sedere ancorato sulla mia poltrona, nel mio studio alla periferia orientale di Napoli, da remoto ho...
View more
 
Di Più...
In questi giorni, avranno sicuramente indossato, i calzini spaiati. Perché è, giusto visto, che non tollerano le diseguaglianze. Però, mi capita mentre, sto defecando, di pensare alla mia vita, e ricordo, che tali persone, mi tolsero il saluto, poiché mi divorziai, poiché mi accorsi di amare, un altra... Non ero per loro, diseguale, dal loro modo di vivere? Forse preferivano mi dichiarassi gay? O che lasciassi mia moglie, per una nera?
Dai fatemi capire, se uno è diverso, per il vostro modo... View more
 
Di Più...
La colpa dei padri non dovrebbe, ricadere sui figli. Normalmente, questa affermazione, può essere di mio gradimento. Però, nel mio piccolo, cervello limitato, questo giudizio non mi trova d'accordo. Si tratta dell'esempio, in cui il figlio abbia, ricevuto benefici dalle attività del genitore. Ovvero se il figlio, ripudia il padre mafioso, anche se ha ricevuto danaro dal genitore, posso, stimarlo se invece un figlio riceve dei benefici, e per amore o paura, o per rispetto, non mi interessa... View more
 
Di Più...
Da Pan Jin'e, Wei Lichun - "Il partito comunista del Vietnam verso il 13' congresso":

1 primo passo prevede che entro il 2030, anno del centenario della fondazione del PCV, il Vietnam entri nel novero dei Paesi a reddito medio-alto e diventi una "società innovativa, equa, democratica e ci- vile", soddisfacendo cinque indicatori:

(1) II PIL pro capite raggiunge o supera i 18.000 dollari (a parità di potere d'acquisto nel 2011);

(2) la maggioranza (più del 50%) della popolazione del Paese... View more
 
Di Più...
Quando sei disoccupato, ed hai un età avanzata, il periodo peggiore, è quello elettorale, poiché si vive in una pausa (intesa come il tasto dei cd), dove non deve succedere nulla, poiché non si devono aiutare le persone che hanno bisogno di lavorare, altrimenti poi sono, come merce scaduta, se quei disgraziati lavorano, si dimenticano di andare alle urne, invece se credono, che il giorno dopo le elezioni, avranno ciò che gli spetta.... Dicevano, se hai 20 anni puoi credere a sto gioco, e... View more
 
Di Più...
Mi sono rotto le palle di questo, open space, ormai sono tutti uniformati, architetti laureati, quelli da bar, quelli da condominio e soprattutto da case popolari. Ma non capite, che se non avete, una superficie, pari alla villa di Arcore, non ha senso. Ci sono mini appartamenti, tutto un open, dove friggi il pesce e ti asciughi nel copriletto, fai un po' di fraudolenza, e si muovono le persiane, hai tutto a portata di mano, il letto, la tv, l umido, la plastica, i detersivi, le coperte... View more
 
Di Più...
Non avrei mai pensato, di trovare qualche, espressione vocale, buona, in Gassman. L'idiota per eccellenza, ha espresso il suo pensiero, che coincide con quello di molti suoi colleghi (di idiozia?) e non, di non votare più PD. Bhe, fra i due non so chi ci guadagna? Però una cosa è certa, il delatore seriale, dice che il partito si stia riempiendo, di buffoni pentastellati, i quali furono i primi a gettare fango, sugli accordi PD mafia, sui legami tra PD e truffe sui migranti, sulle coop, sui... View more
 
Di Più...
Basta, penso che il gregge, ha perso ormai ogni sorta di ordine mentale. Gli hanno fatto bere, idiozie tipo la peste di manzoniane storie, chiamandolo covid, hanno fatto credere che esisteva un vaccino, ma è solo un siero che non immunizza, anzi toglie le difese immunitarie, i più sciocchi hanno creduto addirittura che una pezza in bocca gli salvava la vita, hanno fatto credere che, non siano gli americani a creare guerre, ovunque, compresa quella in Ucraina, dove hanno istruito un attore e... View more
 
Di Più...
  • UBS: Blog entry
Leggo post, che invitano a boicottare, Sanremo,per la presenza del comico dell'. est. A me sembra un esagerazione, poiché da Grillo a Fiorello di comici, il teatro ne ha vissuto le gesta. Quindi non è un problema di comici, secondo me, e nemmeno che gli ospiti siano tutti degni della festa dell'unità,il problema reale è che, la gara canora non ha ragione di esistere, da almeno trenta anni. Perché la qualità si è sempre abbassata, sempre di più. La musica quella con la emme maiuscola, non si... View more
 
Di Più...
Quando ho deciso di abbandonare la mia attività di postatore di contenuti su Facebook, eccetto qualche lazzo qua e là - per poi essere nuovamente bannato per trenta giorni per una battuta goliardica su Putin - avevo due possibilità: tornarmene su un blog personale dove ero prima di iscrivermi, oppure cercare di fare un salto di qualità. La Grande Italia nasce per essere qualcosa di diverso sia dal taglio autoriale di alcuni blogger antisistema, sia dalla solita rivista... View more
 
Di Più...
Vidi un meraviglioso film polacco del 1981, “Destino cieco”, che si sviluppa su un filone che verrà ripreso, sia pure con registri ben meno drammatici, anche dall’insulso Sliding Doors: trame narrative parallele separate da un accadimento – uno scontro fortuito con un ubriaco nell’originale, la perdita di un orecchino nel rifacimento – che fanno da separazione tra due sviluppi paralleli: cosa sarebbe accaduto se in quel momento il protagonista avesse fatto qualcosa... View more
 
Di Più...
Una soluzione al rischio disoccupazione di massa, la forni Corbyn proponendo una sorta di tassa annuale sui robot nelle grandi aziende per sostenere un reddito di cittadinanza universale (o almeno per tutti i cittadini espulsi dall'IA fuori dal mercato del lavoro).
Alla fine, l'esistenza di un mercato interno di consumatori che compri le merci prodotte è nell'interesse primario delle aziende (sempre che in un mondo con IA abbia ancora senso parlare di denaro e quindi di masse necessarie a... View more
 
Di Più...
Potrei soprassedere, sul mondo che cambia, sulle visioni più ampie, sull'apertura di nuove religioni, sul fatto che escono dal cilindro, guerre e virus. Posso sopportare chi insiste per genitori 1,2,3,chi dice che la mafia è sconfitta, chi dice che gli sbarchi sono una necessità, per la nostra cultura. Posso accordare che si tolgano i crocefissi le foto del papa e del presidente. Mi sta bene il gaypraid e le fiere arcobaleno.....
Ma ieri per l'ennesima volta, ho assistito alla cosa, più... View more
 
Di Più...
I social hanno successo perché sono composti da gente che ama scrivere e parlare molto più di quanto ami leggere ed ascoltare, riproponendo un meccanismo per la verità molto umano: il narcisismo. Essendo chiaro subito all'utente il meccanismo, nell'agone digitale prevalgono i trombettieri, che ottengono un successo direttamente proporzionale all'emotività dei propri post e alla capacità, per dirla con Montanelli, di applicare il principio del "sono il loro capo, quindi... View more
 
Di Più...
Chiunque abbia una visione non allineata col sistema, si becca ben presto la patente di complottista. E infatti io me la sono beccata più volte, declinata nelle formule più disparate, dall'immancabile sfottò "gomblotto!" all'accusa di essere terrapiattista, e insomma tutto il campionario che ogni apota puntualmente deve sciropparsi.
Personalmente, non mi riconosco in nessuna categoria. Non mi sono mai sognato di mettere in dubbio la rotondità della Terra (se non altro...
View more
 
Di Più...

Media LGI

Post Patrioti

Nel corso della storia abbiamo visto sorgere e tramontare svariate civiltà/stati/imperi/gruppi sociali.
Il crollo può avvenire per fattori interni (rivoluzioni in genere) o esterni (fattori ambientali, epidemie, guerre, crisi economiche).

Raramente una civiltà (ancora di più se stratificata, quindi complessa) crolla per una sola causa o per un solo tipo di causa: potremmo chiederci cosa portò alla caduta dell'Impero Romano (e chiederci se la caduta dell'Impero coincida con la fine della civiltà romana), giungeremmo alla conclusione che si trattò di un processo multifattoriale.

Diamond sostiene che un elemento predittivo di crisi è la dipendenza dall'esterno. Una civiltà che dipende dall'esterno per cibo o materiali utili al sostentamento è fragile.
Aggiungerei, che vi sono anche gruppi umani che dipendono dall'esterno per beni non necessariamente vitali, ma che in un secondo momento sono diventati centrali negli equilibri interni del gruppo stesso (Roma antica, rimane un buon esempio). Una società di questo tipo è probabile che abbia raggiunto un certo livello di complessità, almeno sufficiente a proiettare il proprio potere militare ed economico.

Dipendere da un vicino non è mai una buona cosa.
Il vicino può cambiare inclinazione e ricattarci (pensate a UE - Russia: per anni ci hanno passato Mosca come un gigante arretrato, invece quelli ricattabili eravamo noi).
Certo: dipendere dalla vendita di un solo prodotto non è mai una buona idea (pensate ai paesi centroamericani, impoveriti a fine '800 dall'ingresso del Brasile nel mercato del caffè), ma al contempo, questo dipende dal tipo di prodotto, dalla finestra di tempo utile e dall'utilizzo che si farà dal denaro (un conto è esportare caffè, un altro petrolio).

Ci sono casi ancora più complessi, come il citato Impero Romano o l'odierna UE. Dipendiamo dall'esterno per molto -non per tutto-.
Le nostre importazioni spaziano da beni indispensabili (petrolio, terre rare, ecc) a non indispensabili (frutta tropicale, ecc).
La mia impressione è che la seconda categoria, per la tenuta generale, sia ormai ben più insidiosa.

L'odierna civiltà occidentale affonda su un generico edonismo scacciapensieri. Questo sistema può funzionare se si garantiscono: libertà ampie e consumi ai cittadini (entrambi in espansione).
Senza petrolio o gas può arrivare una durissima crisi, ma per questo si hanno piani di emergenza; cosa accadrebbe se a mancare fossero caffé, tè, banane, kiwi, avocado, taxi, discoteca, tinder, villaggi vacanze, le vacanze in toto?

Sembra sciocco, ma non riflettiamo mai sulle fondamenta del nostro vivere comune.
Nel Regno Unito, dopo la II Guerra Mondiale, le pubblicità invitava a far mangiare banane (meglio se zuccherate) ai bambini.
Questa campagna era garantita dagli ottimi rapporti tra multinazionali delle frutta e governo (replicava il sistema centro-periferia, in cui il Terzo Mondo può solo esportare beni non lavorati) e col tempo finì col simboleggiare il mondo nuovo: benessere diffuso.
Non importa quanta gente venga sfruttata, quanti colpi di stato ci siano dietro, quanto inquinamento o petrolio: avrete sempre delle banane in vendita sotto casa, potrete comprarle e darle ai vostri figli mentre guardano la tv.
Questo è il senso del compromesso sociale grazie a cui l'Occidente capitalista ha retto, parte di questo compromesso ha assunto il nome di socialdemocrazia.

La nostra civiltà (il sistema economico che la ordina) è dipendente dall'esterno e difficilmente potranno essere garantite in eterno le stesse condizioni (sarebbe anti-storico anche solo pensarlo).
La domanda scontata è: siamo pronti a un futuro e imprevedibile (per motivo sconosciuto) cambiamento drastico del tenore di vita della maggioranza della popolazione?
Siamo sicuri che, senza beni di lusso (cose per noi banali, lo sono state per quasi tutta la storia della nostra specie) tutti noi accetteremmo un compromesso che ci fa lavorare 35/40 ore la settimana (in una società altamente tecnologica) per arricchire un datore di lavoro, servire lo Stato, due settimane di vacanza e divertimento in pillole fornito come metadone?
Non era meglio vivere?
Io, per esempio, preferirei un doppio bonifico da utilizzare per pappe, pannolini etc. 😌
IMG_20230204_224426.jpg
Alto